certificato-medico-in-palestra

Certificato medico in palestra: facciamo chiarezza

Posted on Posted in News

Quando serve?

Secondo la legge il certificato medico – di durata annuale – è ancora obbligatorio per l’attività non agonistica, cioé nei casi in cui lo sport è praticato con una certa regolarità, anche se non a livello agonistico.

E’ quindi OBBLIGATORIO per:

– le attività sportive organizzate dalle scuole (come per i giochi studenteschi)
– chi fa sport in luoghi affiliati a federazioni o enti di promozione sportiva (per esempio nei centri CONI)
– chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale.

NON SERVE per:

– chi svolge discipline che NON CONTEMPLANO ATTIVITA’ FISICA (ad esempio Biliardo, Bocce, Bowling, Bridge, Dama o Scacchi)
– i tesserati che non svolgono alcuna attività sportiva (non praticanti)
– le attività ludico motorie.

Riassumendo:

Come detto sopra, se la palestra è affiliata ad una Federazione sportiva nazionale o ad un Ente di promozione sportiva e il cliente viene tesserato all’atto dell’iscrizione in palestra, allora E’ NECESSARIO produrre il certificato medico di idoneità all’attività sportiva non agonistica.
Se, invece, la palestra non è affiliata a nessuna Federazione sportiva nazionale o a nessun Ente di promozione sportiva, allora il cliente vi svolge soltanto un’attività ludico-motoria e quindi non serve alcun certificato medico.

Tuttavia, a prescindere dall’obbligatorietà, sotto il profilo della sicurezza e della salute è certamente più opportuno fare comunque una visita medica prima di intraprendere qualsiasi attività fisica.

Chi intende iniziare a fare attività sportiva può sicuramente cercare una palestra che lo “tesseri” senza assicurarlo… ma la cosa va valutata con attenzione.

  • Quale prezzo vi sentite di dare alla sicurezza vostra e dei vostri figli?
  • Siete davvero certi di poter cominciare, o chiedere ai vostri figli di cominciare a praticare un’attività sportiva continuativa e impegnativa senza un controllo del medico?
  • Vi mettereste in viaggio senza prima far controllare la vostra autovettura da un meccanico? Se la risposta è no, perché dovreste lesinare sulla manutenzione del vostro corpo, una macchina ben più preziosa e priva di ricambi?
Riferimenti normativi:
L’attività sportiva agonistica è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 18 febbraio 1982, mentre la regolamentazione dell’attività amatoriale ludico-motoria e dell’attività non agonistica è contenuta nel Decreto Ministeriale del 24 aprile 2013 e dall’art. 42-bis della Legge 09/08/2013 n. 98. Inoltre si tiene conto delle Linee Guida emanate del Ministero della Salute con Decreto del 08/08/2014.
Share Button